Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

OK Informativa estesa cookie

Un'uscita da Leoni

Erano diversi giorni che non riuscivo ad uscire in bici; lavoro, impegni familiari, maltempo… niente da fare. Questo week-end poteva essere la volta buona ma, più si avvicinava il fine settimana, più le previsioni meteo lasciavano poca speranza.

Così, domenica mattina, appena alzato ed affacciatomi alla finestra, vedere il cielo annuvolato, si, ma senza pioggia, mi ha riacceso la speranza. Rapida colazione, preparazione della bici, indossati gli abiti e via in strada. Ma, neanche a farlo apposta, appena messo il naso fuori dal portone inizia a gocciolare. Che fare ? Dare spazio alla pigrizia, girare il mezzo e tornare a casa all’asciutto a poltrire o, secondo il motto “la fortuna aiuta gli audaci” che tante volte mi ha supportato nelle mie uscite, insistere ed uscire ugualmente sperando in un miglioramento ?

Dopo una piccola esitazione, opto per la seconda ma, già dopo poche centinaia di metri capisco che la sorte questa volta non sarà dalla mia parte. E le cose peggiorano quando, raggiunto viale Miramare, scopro poco promettenti cartelli che annunciano la chiusura odierna della strada costiera.

Insisto testardamente nel mio percorso e, superate le gallerie di Grignano trovo il blocco. Mentre sto cercando di raccogliere informazioni per capire quanto ancora posso proseguire, vedo sopraggiungere in distanza un altro ciclista, un altro temerario. Si avvicina, indossa un giubbotto rosso, si avvicina ancora, ha una scritta bianca, è un leone volante! Lui non lo sa che lo sono anch’io, indosso un giubbotto antipioggia che anonimizza la mia identità, decidiamo di proseguire assieme.

Solo dopo qualche centinaio di metri svelo cosa ci accomuna ed il mio ruolo nella ASD; quando arriviamo al blocco della strada ci siamo già raccontati molte cose, come veri compagni di squadra.

Il rientro, sempre sotto la pioggia, è quello di due persone che si conoscono da sempre, che chiacchierano ed intanto sgranchiscono le gambe.

Quando le nostre strade si dividono e rimango solo, ripenso a questa inaspettata uscita in compagnia e mi convinco che, nonostante la pioggia, nonostante la strada chiusa, anche questa volta la fortuna ha aiutato l’audacia regalandomi una bella uscita da LEONI.

Scritto da ALBERTO VALENTI

Galleria Fotografica